Cosa sono e qual è la loro funzione?

Gli Omega-3 sono degli acidi grassi polinsaturi che, insieme agli Omega-6, si rivelano elementi essenziali per il nostro organismo. Questi acidi non possono essere sintetizzati dal metabolismo e devono essere introdotti tramite la dieta.

 

Ma a cosa servono gli Omega-3? L'acido grasso eicosapentaenoico o EPA funge da antiaggregante piastrinico. In altri termini, aiuta a controllare la pressione arteriosa e si rivela quindi utile per il benessere dell'apparato cardiovascolare. L'acido grasso docosaenoico o DHA è fondamentale per lo sviluppo e la maturazione cerebrale, oltre che per il corretto funzionamento dell'apparato riproduttivo e della retina. Inoltre, gli Omega-3 contribuiscono al mantenimento dei livelli normali di trigliceridi nel sangue e alla normale funzione cardiaca.

 

La carenza di Omega-3: cinque sintomi comuni

Non sempre riusciamo ad assumere le giuste quantità di Omega-3: può accadere, infatti, che ci siano degli squilibri da compensare. Ma quali sono i sintomi di una carenza di Omega-3?

 

- Per prima cosa, si nota che la pelle tende ad essere particolarmente secca, le unghie deboli e i capelli fragili.

 

- Secondariamente, la carenza di Omega-3 può manifestarsi a livello cerebrale con un deficit di attenzione o, al contrario, con iperattività.

 

- In terzo luogo, chi soffre di carenza di Omega-3 mostra problemi di umore, come ansia, irritabilità e depressione che possono colpire in diversi momenti della giornata, anche senza una motivazione apparente.

 

- Un quarto punto da non sottovalutare è rappresentato dai disturbi del sonno e dalla mancanza di energie: un soggetto con carenza di Omega-3 è spesso affaticato o molto stanco e non riesce a riposare come dovrebbe.

 

- Infine, questa mancanza porta a dolori muscolari e articolari acuti: spesso, si tratta di un sintomo che si rivela solo quando il problema è in fase avanzata, motivo per cui diventa necessario intervenire immediatamente con dei rimedi mirati.

 

I rimedi per la carenza di Omega3

Gli Omega-3 possono essere ricavati sia da alimenti di origine vegetale che animale. Per questo motivo, il primo dei rimedi per contrastarne la carenza non può che essere una corretta alimentazione: noci, semi e olio di lino, ma anche salmone, tonno e sgombro sono alcuni degli alimenti più ricchi di questi acidi.

 

Spesso per mantenere i livelli di Omega-3 accettabili l’alimentazione non è sufficiente. Per questo motivo è fondamentale assumere integratori a base di olio di pesce, disponibili sotto forma di perle da consumare ogni giorno per integrare in maniera efficace la carenza di questi preziosi elementi.

 

 

Cosa consiglia Eliosnatura?

 

- Omega-3: integratore alimentare a base di acidi grassi polinsaturi (EPA - DHA) e vitamina E.