Una pianta antichissima 

Il Ginkgo Biloba è una delle piante più antiche della terra le cui origini risalgono a 250 milioni di anni fa. Oggi è uno degli integratori naturali più utilizzati ed amati grazie ai numerosi principi attivi che lo rendono utile per il benessere dell'organismo.

 

Resistenza da record

La pianta di Ginkgo Biloba è altamente resistente all’inquinamento atmosferico e agli attacchi parassitari. Basti pensare che quando la bomba atomica venne sganciata su Hiroshima, un albero solitario di questa specie fu l’unico a sopravvivere alla nube tossica nel raggio di chilometri.

 

Come agisce?

L’estratto delle foglie di Ginkgo Biloba è ricco di antiossidanti e vitamine che promuovono l’ossigenazione dei tessuti e la circolazione sanguigna. In modo particolare, è in grado di aumentare l’irrorazione dei tessuti cerebrali rendendo il cervello più reattivo a nuovi stimoli e migliorando funzioni cognitive come memoria, attenzione, concentrazione, vigilanza, ragionamento.

 

Inoltre, contiene flavonoidi e polifenoli che rappresentano degli ottimi alleati in grado di rinforzare i vasi sanguigni, contrastare l’azione dannosa dei radicali liberi e potenziare la capacità dell’organismo di riparare i danni causati dall’invecchiamento.

 

Il Ginkgo Biloba vanta anche altre proprietà notevoli: migliora l’umore, stimola la funzionalità del microcircolo e viene utilizzato come supporto per combattere la cefalea.

 

Quando assumerlo?

È indicato durante periodi di stanchezza prolungata, affaticamento mentale e stress, nei cambi di stagione e nei periodi impegnativi sul lavoro e a scuola, in caso di problemi di memoria o di cattiva circolazione.

 

Una proprietà scritta nel nome 

I benefici del Ginkgo Biloba per il cervello risiedono nel nome stesso della pianta: “biloba” infatti indica la forma bilobata delle sue foglie, che sono appunto divise in due lobi, proprio come il cervello!

 

 

Eliosnatura consiglia…

 

Ginkgo Biloba: integratore alimentare titolato al 24% in ginkgoflavoni.